Commercialista Online:
come scegliere quello giusto se sei un Freelancer

Se anche tu appartieni alla categoria – oggi sempre più ampia – dei “freelancer”, allora probabilmente hai già sentito parlare del “commercialista online”: un servizio che, in pochi anni, ha completamente rivoluzionato il settore dell’assistenza fiscale, permettendo a tanti lavoratori di risparmiare sui costi di gestione della Partita IVA.

Il commercialista online – o telematico, che dir si voglia – ha riscosso un immediato successo, specialmente tra i giovani freelancer, sempre in cerca di nuove soluzioni per ottimizzare al meglio le proprie risorse ed eliminare ogni spesa superflua.

Per questo motivo, le aziende che offrono consulenza ed assistenza fiscale su Internet si sono rapidamente moltiplicate, tant’è che, oggi, basta digitare “commercialista online” sui motori di ricerca, per essere indirizzati verso decine di risultati simili.

Dunque, se da un lato l’offerta è cresciuta, portando ad un generale innalzamento dei livelli di qualità e sicurezza, dall’altro la grande varietà di proposte può indurre in confusione gli utenti meno esperti e rendere più difficile la decisione finale.

Ma, allora, come individuare il commercialista online che meglio risponde alle esigenze? Quali fattori meritano un’analisi approfondita e quali, invece, andrebbero considerati come dei veri e propri “campanelli d’allarme”? Ecco le nostre riflessioni sull’argomento.

Tre elementi chiave per orientarsi tra i servizi online

Acquistare prodotti su Internet è diventata, ormai, un’abitudine assai comune. Pertanto, saprai già che – online come offline – non è tutto oro quello che luccica.

Anche quando si parla di software, applicazioni o servizi digitali – come, appunto, il commercialista online – vale un po’ la stessa regola: se è vero che la Rete offre soluzioni per ogni esigenza, spesso a prezzi incredibilmente vantaggiosi, non bisogna mai dimenticare che, purtroppo, è possibile incorrere in qualche fregatura.

Ecco perché, a nostro avviso, la scelta di un commercialista online, così come di qualsiasi altro servizio in forma telematica, dovrebbe basarsi su tre elementi chiave:

1. Affidabilità

L’azienda che fornisce il servizio si presenta in maniera chiara, semplice ed esaustiva? Riesci a reperire tutte le informazioni che ti occorrono sul sito ufficiale? Sai con certezza quanto andrai a spendere e cosa è compreso nel prezzo?

Se hai risposto sì a tutte queste domande, allora puoi passare al punto successivo.

In caso contrario, rifletti bene: dietro una comunicazione “fumosa”, potrebbe nascondersi qualche inghippo. Non è meglio rivolgersi a qualcun altro?

2. Esperienza

La gestione della Partita IVA è un affare assai delicato: come ben sai, una piccola svista può diventare causa di sanzioni. Ragion per cui, a guidare la scelta del proprio commercialista online, dovrebbe esservi anche il fattore dell’esperienza sul campo.

Cosa vuol dire tutto questo nella pratica?

Che dovresti porti la seguente domanda: da quanti anni esiste sul mercato l’azienda che offre il servizio di commercialista online? Maggiore è il lasso di tempo, più potrai essere sicuro di avere a che fare con professionisti del settore, e non con dei novellini!

3. Efficienza

Alcuni strumenti digitali sono davvero utili ed interessanti, in quanto ci aiutano nella quotidianità o in ambito lavorativo. Talvolta, però, l’efficienza del software o dell’applicazione viene messa a dura prova da problematiche interne al prodotto stesso, come nel caso di un bug che rallenta, o addirittura blocca, più funzionalità.

Dato che il servizio del commercialista online si basa sull’uso di una piattaforma telematica, che funge da “interfaccia” tra l’utente ed il consulente dedicato messo a disposizione dall’azienda, è necessario che la navigazione risulti fluida, l’accesso alle varie pagine e/o sezioni sia rapido e l’assistenza tecnica sempre reperibile.

Come scegliere il miglior commercialista online?

Ora che sappiamo cosa osservare, cerchiamo di capire dove effettuare le nostre “indagini” e come muoversi alla ricerca del commercialista online adatto per noi.

Il sito ufficiale, come già detto, è soltanto il primo elemento da prendere in esame: se è ricco di contenuti (controlla, ad esempio, se è presente un blog con approfondimenti, guide e news a tema fisco) e completo di tutte le informazioni, ciò costituisce un importante punto a favore. Estendi, poi, la ricerca agli eventuali profili social (Facebook, YouTube, ecc.) per avere un punto di vista il più obiettivo possibile.

Il secondo passo consiste nel ricercare opinioni e recensioni degli utenti. Trustpilot, ad esempio, è un’ottima fonte di informazioni, in quanto permette di lasciare un voto con commento associato. Allo stesso modo, anche sulla pagina Facebook è presente una sezione dedicata ai giudizi delle persone che hanno “testato” il servizio.

Infine, se l’azienda offre un consulto telefonico gratuito, come nel caso di Fiscozen, è utile “approfittare” di questa opportunità per parlare direttamente con un operatore ed avere un confronto “voce a voce”. È questo il momento adatto per porre domande, chiarire eventuali dubbi e, per chi deve ancora aprire la sua Partita IVA, fare tutte le valutazioni del caso (regime fiscale, inquadramento, Cassa Previdenziale, ecc.).

Questa guida è scritta per LavoriCreativi da Fiscozen

https://www.fiscozen.it