ANNUNCIO RICERCA LAVORO

FOTOGRAFI

21/11/2020
Nome e cognome:
CARMINE RUBICCO
> Vai alla scheda

Annuncio:

Non sono Cartier Bresson, non sono Robert Capa, non sono George Orwell o Ettore Mo e neppure Tiziano Terzani o Ron Fricke, tuttavia ritengo di non essere, se non migliore, certo non peggiore di molti altri. Ho all'attivo pubblicazioni di servizi su giornali e riviste nei più svariati settori, la pubblicazione di 2 libri gialli, un libro fotografico e una guida di viaggio, diversi video reportage, video istituzionali e reportage fotografici. Magari non avrò talento, ma certo sono un gran lavoratore, mi metto sempre in gioco (diversamente non potrei fare questo mestiere), non ho l'arroganza di chi si crede arrivato perché credo ci sia sempre qualcosa da imparare. Ancora, non sono uno che se ne sta con le mani in mano perché nessuno risponde. E si può evincere dai lavori svolti 'nonostante tutto', dal sito di musica che gestisco, dalle letture e da mille altri particolari rilevabili da un'attenta interpretazione dei miei profili social (visto che oggi sono quelli che contano). Sono un professionista sia a livello formale, ossia possessore di partita iva, sia sostanziale, cioè esercito questo mestiere con collaborazioni e assegnazioni. Ho seguito corsi professionali, mi sono fatto le ossa prima nelle testate locali per poi passare a rifarmele nelle agenzie. Mi sono continuato a formare, ad aggiornare a preparare per non restare indietro. Non sono un imberbe apprendista. E non credo questo sia un problema, considerato che, come mi insegnate, le discriminazioni a causa dell'età sono illegali. Il fatto di non avere 20nni mi ha insegnato ad eliminare il superfluo e arrivare subito alla sostanza delle cose. Mi ha insegnato che nel momento in cui si dice 'non ho più nulla da imparare' si inizia ad invecchiare, così come si invecchia 'se non ci sono sfide o progetti'. Credo che nelle professioni non esistano solo due strade, o sei il campione assoluto o non esisti. No, ne esiste una terza, per contraddire Aristotele. Una terza condizione che è quella di chi lavora onestamente e duramente perché ama quello che fa.

Concretamente: raccontastorie per natura, giornalista per indole, fotografo per necessità. Così mi posso riassumere e posso riassumere il mio lavoro iniziato, ormai, nel secolo scorso. Tante le vicende narrate attraverso le lenti e la ‘penna’, molti i luoghi attraversati, dall’Asia all’Africa passando inevitabilmente per l’Europa e per l’Italia, ma, soprattutto, moltissime le persone incontrate e conosciute di cui porto addosso e nello spirito un pezzetto di anima. Moltissime le storie che ancora mancano e aspettano solo di essere raccolte. Miliardi direi, come miliardi sono al mondo le persone. Tutte hanno qualcosa da dire in qualche modo, tuttavia il mio orecchio è più sensibile alle voci di chi voce non ha, alle urla silenziose di chi soffre e lotta, alle mani callose e sporche di chi combatte tutti i giorni per avere quello che per molti è normale e scontato. Il mio occhio è attirato dalla luce opaca di chi passa inosservato, dall’ombra di chi appare quasi trasparente. Se dovessi tradurre in note, in musica, direi che sono note di jazz quelle che cerco di catturare in immagini e parole. Jazz ma non solo, il primo amore resta sempre l’heavy metal. Nelle pause tra una storia reale e l’altra non mi faccio mancare di inventare le avventure del detective Orovitz, arrivato al secondo libro, o di viaggiare con i suoni di una jam session.

Musicalmente studio la chitarra e, di conseguenza, la musica, da 35 anni. Anche ora sto seguendo dei corsi. Ho scritto diverse migliaia di articoli tra interviste, recensioni, report di concerti, reportage. Ho assistito a più di 500 spettacoli dal vivo, per lo più musicali ma anche teatro, danza, performance e molto altro. Sono in contatto soprattutto con l'underground culturale italiano e straniero. Il tenere attivo il blog Tempi-dispari.it ha obbligato farmi, per quanto minima, una formazione seo, di scrittura per il web e utilizzo di worpress, sia per l'inserimento dei testi sia per la creazione di un sito, modifica del codice e altro. Idem l'esplosione dei social.

Non sono un social media manager, non è il mio lavoro, ma so di cosa si parla. L'età mi ha anche dato coscienza di potenzialità, limiti e a non perdere tempo.
Curriculum Vitae:
Raccontastorie per natura, giornalista per indole, fotografo per necessità. Così mi posso riassumere e posso riassumere il mio lavoro iniziato, ormai, nel secolo scorso. Tante le vicende narrate attraverso le lenti e la ‘penna’, molti i luoghi attraversati, dall’Asia all’Africa passando inevitabilmente per l’Europa e per l’Italia, ma, soprattutto, moltissime le persone incontrate e conosciute di cui porto addosso e nello spirito un pezzetto di anima. Moltissime le storie che ancora mancano e aspettano solo di essere raccolte. Miliardi direi, come miliardi sono al mondo le persone. Tutte hanno qualcosa da dire in qualche modo, tuttavia il mio orecchio è più sensibile alle voci di chi voce non ha, alle urla silenziose di chi soffre e lotta, alle mani callose e sporche di chi combatte tutti i giorni per avere quello che per molti è normale e scontato. Il mio occhio è attirato dalla luce opaca di chi passa inosservato, dall’ombra di chi appare quasi trasparente. Se dovessi tradurre in note, in musica, direi che sono note di jazz quelle che cerco di catturare in immagini e parole. Jazz ma non solo, il primo amore resta sempre l’heavy metal. Nelle pause tra una storia reale e l’altra non mi faccio mancare di inventare le avventure del detective Orovitz, arrivato al secondo libro, o di viaggiare con i suoni di una jam session.

Contratto richiesto:
qualsiasi

Provincia:
Milano

Comune:
Milano

Indirizzo:
via piacenza 5

Telefono:
3669595494

Sito:
http://www.carminerubicco.com

Invia un messaggio
CONDIVIDI
 

SERVIZI PER AZIENDE


Cerchi un freelance o una persona da assumere per la tua azienda ? Possiamo aiutarti con i nostri servizi per le aziende.

> Head Hunting
> Ricerca freelance

OUR PARTNERS